eBike

La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti.
Albert Einstein

Le escursioni in eBike di Axel4trek nelle Dolomiti

La mountain-bike a pedalata assistita ci permette di raggiungere mete e di compiere escursioni anche se non abbiamo un grande allenamento. Ecco quindi che diventa possibile muoversi senza troppa fatica fra le vallate dolomitiche: lungo bellissime piste ciclabili o seguendo strade sterrate, alla scoperta della natura o di tranquilli paesini. Pedalare con l’eBike è divertente e piacevole e ci da la possibilità di spingerci lontano, aiutati da un piccolo motore elettrico.

La parte alta della Provincia di Belluno con le Dolomiti Orientali offrono un’invidiabile combinazione: numerose possibilità di percorrere decine di chilometri in totale relax e uno scenario naturale da favola. Trovare l’itinerario adatto alle nostre possibilità e desideri nelle zone del Cadore, del Comelico e dell’Ampezzo è facile.

Di seguito trovate una serie di escursioni alla portata di chiunque sappia andare in bicicletta e abbia un minimo di preparazione, selezionate per farvi scoprire i luoghi più interessanti della zona raggiungibili con l’eBike. Sono tutte proposte facili o di media difficoltà, che non richiedono particolari abilità e che lasciano grande spazio al divertimento e al piacere di pedalare. Gli itinerari presentati sono solo alcuni fra i numerosi fattibili: siete liberi di prendere spunto e chiedermene uno su misura per le vostre esigenze.

I costi di adesione variano in funzione di tipologia e durata dell’escursione e del numero di partecipanti, da un minimo di € 30 ad un massimo di € 40 a persona (min. 2 – max. 8 partecipanti). Per dubbi e preventivi non esitate a contattarmi!
Non avete un’eBike al seguito? Nessun problema, in zona sono presenti numerosi noleggi, che vi posso indicare, dove potete prenderne una per la giornata.

INFO e adesioni:  347 877 1875  AXEL – anche WhatsApp

CORTINA E DINTORNI: IL PIACERE È ASSICURATO

Cortina - Dobbiaco A/R

Il classico e meraviglioso percorso della Ciclabile delle Dolomiti, che ripercorre il tracciato dell’ex trenino fra Cortina e Dobbiaco, riserva tanta soddisfazione e poca fatica. Dislivelli contenuti e pendenze basse ne fanno l’ideale per è alla prima esperienza con un’eBike; i numerosi spunti di interesse e lo splendido paesaggio dolomitico ne fanno un vero must per tutti! Dai suggestivi resti del Castello di Podestagno alla chiesetta medievale di Ospitale, dalla forra sul Rio Felizon ai laghetti di Landro e Dobbiaco, ecco solo alcune delle bellezze storiche e naturali che si incontrano lungo la strada. Un tracciato quasi del tutto su un ottimo e ampio fondo sterrato.

Lunghezza: 55/65 km
Dislivello in salita: 600 m
Tempi di percorrenza: 6/7 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE
Punto di partenza: Cortina

Ra Stua e Alpe di Sennes

Un altro classico percorso da fare in bicicletta, che permette di godersi i paesaggi d’alta montagna una volta oltrepassata la Malga Ra Stua e risalita la Val Salata. Superato questo tratto, forse il tratto più impegnativo del percorso, si raggiungono gli oltre 2000 metri dell’Alpe di Sennes, dove lo sguardo spazia sulle bellissime e vicine montagne circostanti. L’itinerario si snoda fra due parchi naturali, quello delle Dolomiti d’Ampezzo e quello di Fanes – Sennes – Braies, su strade sterrate dal fondo buono, alternate a brevi tratti su asfalto e ad un tratto di discesa su mulattiera. Un’escursione molto remunerativa, adatta a chi ha già confidenza con l’eBike.

Lunghezza: 40 km
Dislivello in salita: 1000 m
Tempi di percorrenza: circa 5 ore soste comprese
Difficoltà: MEDIA
Punto di partenza: Cortina

Prato Piazza

Salita fino ai 2000 metri dell’incantevole località di Prato Piazza, bucolico alpeggio alpino in alta quota. Il percorso condivide tracciato e bellezze della Cortina-Dobbiaco fino a Carbonin, per poi deviare e guadagnare quota lungo una comoda e ampia strada militare sterrata. Attraverso un bel bosco di abeti, larici e pini, si incontrano varie sorgenti d’acqua, con panorami sempre più belli man mano che si sale. In cima il panorama comprende le vicine cime del Picco di Vallandro e della Croda Rossa d’Ampezzo e, più in lontananza, il gruppo del Cristallo verso sud e le cime di confine verso nord. Escursione adatta anche a chi usa l’eBike per la prima volta, purché pratico con la bici.

Lunghezza: 60 km
Dislivello in salita: 1000 m
Tempi di percorrenza: circa 7 ore soste comprese
Difficoltà: MEDIA
Punto di partenza: Cortina

Per malghe e rifugi

Nella conca di Cortina d’Ampezzo sono numerose le possibilità di giri in eBike: in particolare, verso sud-ovest si sale alla Malga Federa (al cospetto della Croda da Lago) o al Rifugio Dibona (proprio sotto le Tofane), mentre verso nord-est troviamo il panoramico Rifugio Mietres (ai piedi del gruppo del Pomagagnon). Risalendo la Valle del torrente Boite verso nord, invece, si raggiungono facilmente le piacevolissime località di Pian de Loa e Pian de Ra Spines. È possibile visitare questi posti singolarmente o concatenarli in un’escursione più lunga, a seconda dei gusti e della preparazione. I percorsi seguono in prevalenza strade e stradine sterrate, con alcuni tratti su asfalto.

Lunghezza: 30/50 km
Dislivello in salita: 600/1200 m
Tempi di percorrenza: 4/6 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE/MEDIA
Punto di partenza: Cortina

CADORE E MISURINA: BELLISSIME PISTE CICLABILI

Ciclabile delle Dolomiti

Da Calalzo a Cortina (e poi oltre verso Dobbiaco) si snoda la Ciclabile delle Dolomiti, che ripercorre il tracciato dell’ex trenino che fino agli anni ’60 collegava il Cadore alla Pusteria. Oggi il percorso è quasi interamente asfaltato fino alla fine di Cortina e, grazie a dislivelli e pendenze contenuti, permette di pedalare in relax lungo tutta la Valle del Boite, ammirando i paesi e il paesaggio circostante. Antelao, Pelmo, Croda Marcora e Tofane sono solo alcune delle montagne dolomitiche che si possono apprezzare da vicino lungo il tragitto. Un’escursione alla portata di tutti, anche neofiti dell’eBike, con numerosi punti di ristoro e d’appoggio lungo tutto il tracciato.

Lunghezza: 40/80 km
Dislivello in salita: 300/600 m
Tempi di percorrenza: 4/7 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE
Punti di partenza: Calalzo, Pieve, Valle, Vodo, Borca o San Vito

Giro del Centro Cadore

Un’escursione che attraversa tutti i paesi da Pieve a Lorenzago, passando per Calalzo, Domegge e Lozzo, rimanendo a bassa quota e affiancando a tratti il Lago del Centro Cadore, che ci accompagna nel paesaggio lungo l’intero tragitto. Il percorso di base si snoda lungo una serie di saliscendi con pendenze contenute ma sempre presenti, alternando pista ciclabile, strade asfaltate e stradine sterrate, ed è fattibile da chiunque. È possibile aggiungere delle varianti che rendono l’escursione più impegnativa e interessante: salendo ad esempio la splendida Val d’Oten per ammirare l’Antelao da nord oppure arrivando al Passo della Maura, ai confini con la Carnia.

Lunghezza: 40/55 km
Dislivello in salita: 800/1300 m
Tempi di percorrenza: 5/6 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE/MEDIA
Punti di partenza: Pieve, Calalzo o Domegge

Ciclabile delle 3 Cime

Dal lago di Auronzo a quello di Misurina interamente lungo la recente Tre Cime Bike. Un percorso molto bello e vario che parte dal paese di Auronzo e risale la Val d’Ansiei, passando per la Riserva Forestale di Somadida, interamente su un ottimo fondo sterrato. I possibili punti di arrivo sono Misurina, con i laghi di Misurina e d’Antorno e la vista sulle Tre Cime di Lavaredo, oppure Malga Maraia, dove si possono gustare ottimi prodotti locali e da cui si gode di un panorama unico sulle Marmarole. Itinerario quasi esclusivamente su buon fondo sterrato, con discrete pendenze verso Misurina o Malga Maraia: è alla portata di tutti fino alle foreste di Somadida e Valbona, poi consigliato per chi ha un minimo di pratica con l’eBike.

Lunghezza: 40/60 km
Dislivello in salita: 500/1300 m
Tempi di percorrenza: 4/7 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE/MEDIA
Punto di partenza: Auronzo

L'altopiano di Pian dei Buoi

Bellissimo giro ad anello che ci porta ad esplorare l’altopiano di Pian dei Buoi fino ai suggestivi forti di Col Vidal. Durante la Grande Guerra, queste fortificazioni situate in posizione privilegiata, permettevano di tenere sott’occhio e sotto tiro la Valle del Piave alla confluenza con la Val d’Ansiei, assieme alle postazioni sul Monte Tudaio, che si trovano proprio di fronte. Oggi invece, da qui noi possiamo ammirare le molte cime delle Dolomiti Orientali e d’Oltre Piave, fra cui Spalti di Toro, Antelao, Tre Cime di Lavaredo e molte altre. Si sale dalla Val da Rin e si scende verso Lozzo, in parte su asfalto e in parte su strade sterrate, per un itinerario che richiede un certo impegno e un minimo di dimestichezza con l’eBike.

Lunghezza: 45 km
Dislivello in salita: 1200 m
Tempi di percorrenza: circa 6 ore soste comprese
Difficoltà: MEDIA
Punti di partenza: Auronzo o Lozzo

COMELICO: TANTE SORPRESE PER LE 2 RUOTE

Passo Monte Croce e le malghe

L’escursione percorre il margine nord-orientale delle Dolomiti, risalendo la Val Padola fino al Passo Monte Croce Comelico. Da qui si prosegue per le casere Coltrondo e Rinfreddo, dove è possibile assaggiare qualche buon piatto con i prodotti del territorio e godersi lo scenario incantevole. Proprio di fronte a noi si susseguono le cime che vanno dalla Croda Rossa di Sesto alla Cima Bagni, passando per Cima Undici e il Monte Popera, per citare le più note. L’itinerario, che percorre in prevalenza strade sterrate alternate a tratti su asfalto, è configurabile a seconda delle capacità dei partecipanti, rendendolo facile o intermedio a seconda delle alternative di percorso e dei dislivelli.

Lunghezza: 45/50 km
Dislivello in salita: 1000/1500 m
Tempi di percorrenza: 5/6 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE/MEDIA
Punti di partenza: Santo Stefano o Padola

Val Digon e Costa della Spina

Altra interessante proposta nella zona del Comelico Superiore, che si snoda fra la Val Digon e la Val Padola, percorrendo a mezza costa entrambi i versanti della lunghissima Costa della Spina ad unire le due vallate, in mezzo a bei boschi di abeti e larici. Lungo il giro si alternano i panorami, passando da quelli delle montagne appartenenti alla cresta di confine con l’Austria a quelli delle Dolomiti Orientali, completamente diverse per forma e geologia. L’escursione si svolge in parte su stradine sterrate e in parte su asfalto e, per dislivelli e pendenze, richiede un certo impegno: è perciò consigliata a chi ha già un minimo di allenamento e di dimestichezza con l’eBike.

Lunghezza: 45 km
Dislivello in salita: 1200 m
Tempi di percorrenza: circa 6 ore soste comprese
Difficoltà: MEDIA
Punti di partenza: Santo Stefano o Padola

Il Giro delle Coste

Il classico e sempre remunerativo giro lungo i versanti del Monte Zovo, attraverso i panoramici e caratteristici paesi di Costa, Costalissoio e Costalta, passando alti sopra la Val Padola e la Valle del Piave. Il percorso di base è totalmente su asfalto ed è alla portata di tutti ma sono numerose le possibili varianti o aggiunte che si possono fare per renderlo più lungo e impegnativo. In particolare, si può passare dall’isolato paese di Danta oppure salire al bel Rifugio De Doo e alla vicina cima del Monte Zovo (ottimo punto panoramico), percorrendo così anche dei tratti su stradine sterrate che rendono il giro più vario e divertente.

Lunghezza: 30/45 km
Dislivello in salita: 600/1400 m
Tempi di percorrenza: 4/6 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE/MEDIA
Punto di partenza: Santo Stefano

Passo Zovo e Val Visdende

Il percorso segue in parte in il giro delle Coste, per proseguire dopo Costalta e raggiungere Forcella Zovo prima di valicare il passo ed entrare nella conca della Val Visdende. Qui ci muoveremo perlustrando il fondo della vasta e caratteristica vallata su facili stradine oppure, per i più preparati, salendo fino alle casere Dignàs e Campobon, dove è possibile gustare qualche tipico formaggio di malga appena fatto e godersi il panorama da quote maggiori. L’escursione si svolge in prevalenza su fondo asfaltato ma comprende anche tratti su sterrato, in particolare nella salita alle malghe, e comprende brevi tratti con pendenze impegnative.

Lunghezza: 35/50 km
Dislivello in salita: 800/1500 m
Tempi di percorrenza: 4/6 ore soste comprese
Difficoltà: FACILE/MEDIA
Punto di partenza: Santo Stefano

CONTATTI

Axel Melchiorri

Indirizzo: Viale Tiziano, 48

32040 – Domegge di Cadore (BL)

Telefono: +39 347 877 1875

Email: info@axel4trek.com

P.IVA: 01237420250

C.F.: MLCXLA75L18H199O

LINK UTILI

SCRIVIMI per INFO e ADESIONI

Utilizza il modulo che segue,
ti risponderò al più presto
(verso sera se sono in escursione).