Escursionismo

Camminare per me significa entrare nella natura, ed è per questo che cammino lentamente.
La Natura non è un campo da ginnastica: io vado per vedere, per sentire con tutti i miei sensi,
così il mio spirito entra negli alberi, nel prato, nei fiori.

Reinhold Messner

Le escursioni giornaliere nelle Dolomiti di Axel4trek

Nei fine settimana propongo escursioni organizzate, generalmente di livello intermedio, alla portata di ogni camminatore con una discreta preparazione. Le trovate, assieme alle altre attività già programmate, nella sezione calendario.

Durante la settimana sono a disposizione per coloro che, contattandomi in anticipo, desiderano scegliere il luogo e la tipologia della camminata, con escursioni su misura:

  • luoghi isolati e selvaggi, poco frequentati e silenziosi, dove la natura si presenta in tutta la sua forza e in tutto il suo fascino;
  • luoghi conosciuti e irrinunciabili, da sempre ammirati e fotografati, come le Tre Cime di Lavaredo o il Lago del Sorapiss;
  • escursioni all’alba e al tramonto, per i sognatori e gli estimatori delle atmosfere particolari;
  • camminate notturne con o senza luna piena, per gli amanti dei cieli stellati e dell’ignoto;
  • luoghi dove domina l’acqua (laghetti alpini, cascate), il legno (alberi monumentali, boschi vetusti), la roccia (vallate in quota, ghiaioni) o l’aria (cime, cenge).


Sono tutti itinerari che hanno luogo in un raggio di poche decine di chilometri da dove abito: Cadore, Comelico, Ampezzo e Zoldano, alta Carnia e Pusteria, fino all’Agordino, al Bellunese, all’Alpago e al Cansiglio.

Esplorando tutti i gruppi montuosi dell’area: Marmarole e Antelao; Pelmo e Civetta; Tofane, Cristallo e Dolomiti d’Ampezzo; Tre Cime di Lavaredo e Cadini di Misurina; Croda Rossa e Dolomiti di Sesto; Spalti di Toro e Dolomti d’oltre Piave; e non solo…
Anche escursionismo invernale e ciaspolate, e itinerari di carattere naturalistico, in particolare nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo e nel Parco Naturale delle Dolomiti Friulane.

Scoprite la proposta più adatta per voi fra le seguenti escursioni, che sono solo alcune fra le infinite possibili che si possono organizzare in zona. Quando vengono indicati intervalli di distanza, dislivello, durata e difficoltà, significa che è possibile adattare l’itinerario alla preparazione e alle esigenze dei partecipanti.

I costi di adesione variano in funzione di tipologia e durata dell’escursione e del numero di partecipanti, variando da un minimo di € 20 ad un massimo di € 100 a persona. Per dubbi e preventivi non esitate a contattarmi!

ESCURSIONISMO INVERNALE E CIASPOLATE

In funzione delle condizioni della neve e della preparazione dei partecipanti sono generalmente possibili alcune interessanti varianti di percorso, ampliando l’itinerario o salendo facili e panoramici rilievi.

Attorno ai Cadini di
Misurina

Fantastica escursione in uno dei paradisi dolomitici: con lo sguardo libero di spaziare verso le vicine Tre Cime di Lavaredo a nord, e quindi verso il gruppo delle Marmarole, che si dispiega verso sud in tutto il suo grandioso splendore.

Si parte dal Lago di Misurina e si sale verso Col del Varda, per poi piegare verso il versante meridionale dei Cadini e portarsi a forcella Maraia con comodi saliscendi (possibilità di salire in seggiovia fino al rifugio Col de Varda). Appena sopra forcella Maraia, a metà escursione, sorge il rifugio Città di Carpi.

Lunghezza: 7/10 km
Dislivelli: 300/550 m ascesa
Tempi di Percorrenza: 3,5/5 ore (soste escluse)
Quote: 1750-2100 m 
Difficoltà: intermedia

Casera Doana
Centro Cadore

Escursione che offre verso ovest vasti e bellissimi panorami sul Centro Cadore e sulle Dolomiti: si possono ammirare in lontananza molte delle cime più conosciute e amate, fra cui le Tre Cime di Lavaredo, il Cristallo, le Marmarole, il trittico Antelao-Pelmo-Civetta e il gruppo del Cridola.

Si parte dalla strada che porta in località Casera Razzo e si sale per l’ombroso Bosconegro, prima che il panorama si apra in corrispondenza dell’ampio catino dove sorge Casera Doana. Non sono presenti punti di appoggio.

Lunghezza: 7/8 km
Dislivelli: 400/600 m ascesa
Tempi di Percorrenza: 4/5 ore (soste escluse)
Quote: 1550-2100 m 
Difficoltà: intermedia

Croda da Lago
Cortina d'Ampezzo

Siamo nella conca ampezzana, prima immersi in un bel bosco di abeti e larici, poi su spazi più aperti, ammirando il vicinissimo gruppo della Croda da Lago e tutte le montagne che circondano Cortina, dalla Croda Rossa al Cristallo, dal Sorapiss all’Antelao fino alle Tre Cime di Lavaredo.

Partenza nei pressi del Lago di Pianozes e salita per stradina battuta fino a Malga Federa (ottimo punto di appoggio; possibilità di transfer con motoslitta); da qui con i più preparati proseguiremo fino al Lago Federa e al rifugio Palmieri.

Lunghezza: 10/13 km 
Dislivelli: 600/850 m ascesa 
Tempi di Percorrenza: 5/7 ore (soste escluse) 
Quote: 1200-2050 m 
Difficoltà: medio/alta

Le malghe fra
Comelico e Pusteria

Ci muoviamo fra Veneto e Alto Adige in zone attraversate dal Vallo Alpino, di cui sono ben visibili varie strutture, per addentrarsi nell’ampia e appartata Vallorera, ricca di silenzioso fascino. Molto belli i panorami sulle Dolomiti di Sesto, sulle cime che segnano la cresta di confine con l’Austria e sul vicinissimo Col Quaternà.

Partenza dal Passo Monte Croce Comelico, dove piacevoli stradine battute consentono di raggiungere Malga Coltrondo e Malga Nemes (ottimo punto di appoggio), collegabili su sentieri in neve fresca.

Lunghezza: 8/12 km
Dislivelli: 300/600 m ascesa
Tempi di Percorrenza: 4/6 ore (soste escluse)
Quote: 1600-2000 m 
Difficoltà: intermedia

DOLOMITI AMPEZZANE - LA BELLEZZA DEI LAGHI ALPINI

Lago del Sorapiss

Fra i più conosciuti laghi dolomitici, dall’inconfondibile colore azzurro latte, nella maestosa cornice del Gruppo del Sorapiss. Partenza dalla Val d’Ansiei con possibilità, per i più preparati, di un grandioso anello attraverso il Ciadin del Loudo, con vista su Cortina.

Lunghezza: 10/16 km
Dislivelli: 600/1000 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 4/7 ore (soste escluse)
 Quote: 1330-2300 m 
Difficoltà: E/EE – media/impegnativa

Croda da Lago

Partenza dal Lago d’Ajal per un anello che attraversa boschi vetusti con larici e cirmoli ultracentenari. La salita termina al Lago di Federa, nella splendida cornice di Croda da Lago. Passaggio dal Rifugio Palmieri prima della discesa, sempre attraverso boschi affascinanti.

Lunghezza: 11/14 km
Dislivelli: 750/900 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 5/6 ore (soste escluse)
 Quote: 1400-2050 m 
Difficoltà: E – media

5 Torri e Lago di Limedes

Imperdibile itinerario nelle Dolomiti Ampezzane dove si alternano “piccoli” gioielli a portata di mano, come il bel laghetto alpino e le 5 Torri, e ampi panorami su un’infinità di montagne conosciute, fra cui Cristallo, Tofane, Piz Boè, Marmolada, Civetta, Pelmo, Antelao e Sorapiss. 

Lunghezza: 8/12 km
Dislivelli: 500/800 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 3/5 ore (soste escluse)
 Quote: 1950-2500 m 
Difficoltà: E – media

Lago di Fosses e bosco di Lerosa

Bellissimi panorami per questa classica escursione ad anello con partenza da Ra Stua, all’interno del Parco Naturale delle Dolomiti Ampezzane. Al cospetto della Croda del Becco e della Croda Rossa, per ammirare il Lago di Fosses e i cirmoli ultracentenari di Lerosa.

Lunghezza: 14/17 km
Dislivelli: 750 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 6/7 ore (soste escluse)
 Quote: 1680-2200 m 
Difficoltà: E – media

DOLOMITI DEL CADORE - VARIETÀ DI PANORAMI

Tre Cime di Lavaredo

Le mitiche 3 Cime: attorno alle montagne più famose e fotografate delle Dolomiti Orientali, per ammirare le imponenti pareti nord, teatro di storiche arrampicate. Numerosi itinerari possibili, di differente impegno, tutti però in uno scenario ricco di panorami di indiscutibile fascino.

Lunghezza: 7/16 km
Dislivelli: 250/900 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 3/7 ore (soste escluse)
 Quote: 1800-2450 m 
Difficoltà: T/E – facile/media

Pian dei Buoi e Marmarole

Due facili camminate ad anello, fattibili anche assieme. Una va alla scoperta dell’area di Pian dei Buoi, con le numerose testimonianze delle fortificazioni risalenti alla Prima Guerra Mondiale. L’altra transita per i rifugi Ciaréido e Baion, lungo le pendici meridionali delle Marmarole Orientali.

Lunghezza: 7/14 km
Dislivelli: 300/500 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 3/6 ore (soste escluse)
 Quote: 1750-2000 m 
Difficoltà: T/E – facile/media

Vedorcia e Spalti di Toro

Camminata ad anello nella splendida zona di Vedorcia, partendo da Antarigole o dal Rifugio Padova. In un bosco che si fa più rado man mano che si prende quota, si svela il profilo frastagliato degli Spalti di Toro. Non mancano le vedute verso nord, dove dominano l’Antelao e le Marmarole.

Lunghezza: 12/15 km
Dislivelli: 800/1000 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 5/6,5 ore (soste escluse)
 Quote: 1100-2050 m 
Difficoltà: E – media

Monte Rite albe&tramonti

Il panoramico Monte Rite, nel cui forte ha sede il Messner Mountain Museum Dolomites, è il pulpito ideale dove contemplare i magici momenti dell’alba o del tramonto, caratterizzati da luci e atmosfere uniche. Vista la comodità del percorso, è possibile organizzare anche uscite in notturna.

Lunghezza: 11/14 km
Dislivelli: 650 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 4/6 ore (soste escluse)
 Quote: 1550-2200 m 
Difficoltà: T/E – facile/media

DOLOMITI DEL COMELICO E D'OLTRE PIAVE - PER LUOGHI SELVAGGI

Col Quaternà

Fra Comelico e Pusteria, fino ai 2500 metri della vetta del Col Quaternà, un ex camino vulcanico da cui si apre una visuale spettacolare sulle Dolomiti nord-orientali. L’escursione permette di vedere i resti sia delle trincee della Prima Guerra Mondiale che delle fortificazioni del successivo Vallo Alpino

Lunghezza: 10/15 km
Dislivelli: 650/950 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 4/6,5 ore (soste escluse)
 Quote: 1600-2500 m 
Difficoltà: E – media

Val Vissada e Longerin

Partenza da Forcella Zovo, alle porte della Val Visdende, per un anello che permette di scoprire l’appartata e bellissima Val di Vissada. Per i più allenati e abituati al terreno dell’alta montagna, c’è la possibilità di salire fino ai 2523 m della cima sud delle Crode dei Longerin.

Lunghezza: 9/11 km
Dislivelli: 500/900 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 4/5 ore (soste escluse)
 Quote: 1600-2520 m 
Difficoltà: EE – impegnativa

Casera Razzo Tiarfin e casere

Due itinerari selvaggi che hanno in comune le stesso punto di partenza. Il primo, impegnativo, gira attorno al Monte Tiarfin, attraverso luoghi isolati valloni. Il secondo, di media difficoltà, percorre panoramiche creste erbose sopra il paese di Sauris e l’omonimo lago. 

Lunghezza: 12/16 km
Dislivelli: 600/1100 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 5-7 ore (soste escluse)
 Quote: 1500-2300 m 
Difficoltà: E/EE – media/impegnativa

Borgà e Libri di San Daniele

Dedicata ad escursionisti preparati e con passo fermo, e limitata ad un massimo di 8 partecipanti. Da Casso alla cima del Monte Borgà, passando per i caratteristici Libri di San Daniele, con superbi panorami sulla Valle del Piave. Rientro per il Sentiero del Carbone.

Lunghezza: 13 km
Dislivelli: 1350 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 6/7 ore (soste escluse)
 Quote: 900-2230 m 
Difficoltà: EE – molto impegnativo

FACILI PIACERI

Itinerari semplici con dislivelli contenuti, pensati per passare una giornata fra le montagne senza fare troppa fatica, godendosi bellissimi panorami e la cucina di rifugi o malghe che hanno un’attenzione particolare a piatti e ingredienti locali. 

Rifugio Mietres, Cortina

Nella splendida conca ampezzana, in mezzo a boschi misti dove prevale il larice, troviamo il Rifugio Mietres. In posizione estremamente panoramica, con le Tofane proprio di fronte, saprà deliziarvi con le sue proposte culinarie e legate al benessere.

Lunghezza: 5/8 km
Dislivelli: 200/350 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 2,5/4 ore (soste escluse)
 Quote: 1400-1750 m 
Difficoltà: T – facile

Malga Maraia, Auronzo

In mezzo ad una radura nel bosco di abeti, con una vista incredibile su tutte le Marmarole verso sud, sorge la rinnovata Malga Maraia, dove si gusta una cucina con molti prodotti a “km 0”. Prima del rientro, c’è la possibilità di fare due passi nella bellissima Foresta di Somadida.

Lunghezza: 8/12 km
Dislivelli: 350/600 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 4/6 ore (soste escluse)
 Quote: 1100-1700 m 
Difficoltà: T – facile/media

Rifugio De Doo, Comelico

Costruito di recente con il legname locale, nel cuore del Comelico, il Rifugio De Doo gode di una vista d’eccezione sulle Dolomiti Nord-Orientali. La cucina strizza l’occhio alla tradizione locale, con ottimi prodotti a “km 0”. Poco più in alto sorge il panoramico Monte Zovo.

Lunghezza: 6/8 km
Dislivelli: 300/450 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 3/4 ore (soste escluse)
 Quote: 1500-1950 m 
Difficoltà: T – facile

Rifugio Padova, Domegge

Storica costruzione ai piedi degli Spalti di Toro e della catena dei Monfalconi, circondata da un bel bosco misto, ricco di varietà. Al Rifugio Padova si respira la classica e genuina atmosfera del rifugio di montagna, e si gustano i piatti tipici della cucina cadorina.

Lunghezza: 6/8 km
Dislivelli: 350/550 m ascesa
 Tempi di Percorrenza: 3/4 ore (soste escluse)
 Quote: 1100-1500 m 
Difficoltà: T – facile/media

CONTATTI

Axel Melchiorri

Indirizzo: Viale Tiziano, 48

32040 – Domegge di Cadore (BL)

Telefono: +39 347 877 1875

Email: info@axel4trek.com

P.IVA: 01237420250

C.F.: MLCXLA75L18H199O

LINK UTILI

SCRIVIMI per INFO e ADESIONI

Utilizza il modulo che segue,
ti risponderò al più presto
(verso sera se sono in escursione).

    Prova che sei umano selezionando l'icona corrispondente a Casa.