Vai al contenuto

Trekking fra le Dolomiti d'Oltre Piave

Un'esperienza sorprendente per gli amanti degli itinerari meno battuti

IN BREVE

Periodo: da lunedì 18 a giovedì 21 LUGLIO & da lunedì 8 a giovedì 11 AGOSTO 2022

Durata: 4 giorni, 3 notti

Tipologia: trekking itinerante da rifugio a rifugio con zaino in spalla

Livello: medio-impegnativo con circa 6 ore di cammino al giorno

Dislivello medio giornaliero in salita: 1000 metri

Sviluppo e terreno: 43 km – sentieri con segnavia CAI

Accompagnamento: Axel Melchiorri, Guida Escursionistica certificata AIGAE & socio CAI

N° partecipanti: min. 6 – max. 10

PANORAMI                     4/5
NATURA                          4/5
IMPEGNO FISICO           4/5
DIFFICOLTÀ TECNICA    4/5
FREQUENTAZIONE          1/5

DESCRIZIONE

Quattro giorni di trekking fuori dai percorsi più noti per scoprire i gruppi montuosi degli Spalti di Toro e dei Monfalconi, che fanno parte delle Dolomiti d’Oltre Piave. Si tratta di montagne dal fascino selvaggio, caratterizzate da morfologie aspre e da splendidi paesaggi, come il famoso Campanil di Val Montanaia, che vedremo da vicino.

In parte in Cadore e in parte nel Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, il trekking percorre un tratto dell’Alta Via nr. 6, la bellissima Alta Via dei Silenzi, attraverso vallate incontaminate e in un ambiente di grande valore naturalistico, dove ancora si fanno facilmente incontri speciali con gli animali che popolano queste zone. Semplici e accoglienti i rifugi in cui si pernotta, immersi nella natura e nella pace.

DIFFICOLTÀ

Trekking per escursionisti esperti e allenati, che in alcuni frangenti richiede passo sicuro, ma senza presentare particolari difficoltà tecniche. Pochi i punti di appoggio dove potersi rifocillare o riparare in caso di maltempo, elemento che presuppone spirito di adattamento in caso di eventuali imprevisti.

In circa 43 chilometri si superano oltre 4000 metri di dislivello in salita (e altrettanti in discesa): i sentieri dove si cammina sono quindi spesso ripidi. Mediamente si percorrono quasi 11 km al giorno con 2000 m di dislivello (salita + discesa). 

HIGHLIGHTS

  • Le affascinanti e poco frequentate Dolomiti d’Oltre Piave
  • Il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane
  • Il suggestivo Campanil di Val Montanaia
  • Un itinerario dal sapore speciale

ITINERARIO

Partenza dal Rifugio Padova, nell’alta Val Talagona, per poi muoversi in senso orario attorno ai gruppi degli Spalti di Toro, dei Monfalconi e del Pramaggiore. Si percorrono suggestivi valloni, come il Cadin d’Arade, la Val Menon e la Val Postegae, in continuo susseguirsi di impegnativi saliscendi.

Si attraversa quindi il cuore degli Spalti di Toro, con la risalita della Val Montanaia, dove troviamo il celebre Campanile, e con un’impegnativa discesa. A completare questa esperienza, la bucolica zona di Vedorcia, sede di un bell’alpeggio e belvedere privilegiato sugli Spalti di Toro da un lato e sul tutte le Dolomiti Orientali dall’altro.

In tabella distanze, tempistiche (soste escluse) e dislivelli da percorrere (in salita e in discesa).

TAPPA

ORE

KM

Disl.

Disl.

1

6

10

1400

900

2

6

11,5

550

1100

3

7,5

1100

1050

4

7

14

1000

1000

TOT 4340504050
     

EQUIPAGGIAMENTO

I Partecipanti sono invitati a contattare la Guida per preparare al meglio lo zaino prima della partenza del trekking.
La lista seguente è un elenco dell’equipaggiamento minimo da avere con sé:

  • Scarponi o scarponcini da trekking in buone condizioni (in particolare la suola).
  • Capi di abbigliamento tecnico “a strati”: maglie traspiranti, capi termici (tipo pile), giacca antivento/windstopper, giacca impermeabile con cappuccio, pantaloni lunghi, fascia multiuso, berretto e guanti (preferibilmente antivento).
  • Sacco a pelo leggero.
  • Zaino da 35-40 litri, comodo e affidabile, e bastoncini da trekking.
  • Occhiali da sole, cappellino, crema solare e torcia frontale.
  • Un kit di primo soccorso (cerotto nastrato, qualche garza, disinfettante) ed eventuali farmaci salvavita o simili se consigliati e prescritti dal proprio medico curante (da comunicare sempre alla Guida prima dell’inizio del trekking).
  • Una scorta di cibo (barrette energetiche, frutta secca o simili) e di liquidi (almeno 1,5 litri di acqua o bevande con integratori).

NOTE IMPORTANTI & SICUREZZA

La Guida si riserva il diritto di modificare il programma e/o l’itinerario in qualsiasi momento, in caso di condizioni meteorologiche, esigenze dei partecipanti o situazioni tali da mettere a repentaglio la sicurezza del gruppo.

Il trekking si svolgerà nel rispetto di tutte le norme di sicurezza per la prevenzione da contagio Covid-19 in vigore al momento dello svolgimento del viaggio stesso. 

Per ulteriori indicazioni relative al regolamento e all’equipaggiamento, si invitano i partecipanti a leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA E INFORMAZIONI UTILI.

INFORMAZIONI RELATIVE A COSTI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE SU