Vai al contenuto

Dolomiti selvagge: il Marmarole Runde

Bellissimo trekking attorno ad uno dei gruppi più selvaggi delle Dolomiti UNESCO

IN BREVE

Periodo: da lunedì 27 a giovedì 30 GIUGNO & da lunedì 5 a giovedì 8 SETTEMBRE 2022

Durata: 4 giorni, 3 notti

Tipologia: trekking itinerante da rifugio a rifugio con zaino in spalla

Livello: medio – 6/7 ore di cammino al giorno

Dislivello medio giornaliero in salita: 800 metri

Sviluppo e terreno: 54 km – sentieri con segnavia CAI, mulattiere e strade sterrate

Accompagnamento: Axel Melchiorri, Guida Escursionistica certificata AIGAE & socio CAI

N° partecipanti: min. 6 – max. 10

PANORAMI                     4/5
NATURA                          4/5
IMPEGNO FISICO           3/5
DIFFICOLTÀ TECNICA    2/5
FREQUENTAZIONE          2/5

DESCRIZIONE

Un trekking entusiasmante e vario che attraversa zone più solitarie e che, in 4 giorni, ci farà vivere 4 esperienze in 4 ambienti naturali di grande pregio, legati alla stessa catena montuosa ma profondamente diversi fra loro.

Un itinerario che permette di scoprire a fondo e farsi conquistare da uno dei gruppi dolomitici più affascinanti: le Marmarole con la loro bellezza, che ispirò anche Tiziano Vecellio, aspra ma luminosa nel versante sud, misteriosa e selvaggia in quello nord. Si pernotta in rifugi alpini situati in ottime posizioni, da cui ammirare ampi e bellissimi panorami come li godeva il pittore di Pieve di Cadore secoli fa.

DIFFICOLTÀ

Trekking per escursionisti sufficientemente esperti e allenati, che in alcuni frangenti richiede passo sicuro, ma senza presentare particolari difficoltà tecniche.

Nel complesso si percorrono circa 54 km, mediamente 14 al giorno per circa 6/6½ ore di cammino (soste escluse), con dislivelli medi (salita + discesa) attorno ai 1500 metri, con la terza tappa con oltre 2000 m complessivi mentre la prima e l’ultima tappa sono più facili.

HIGHLIGHTS

  • Le magnifiche Marmarole
  • Le suggestive Val d’Oten e Val di San Vito: profonde, silenziose e suggestive
  • La riserva naturale della Foresta di Somadida
  • Il pernottamento in rifugi situati in posizioni molto panoramiche

ITINERARIO

Si parte dalla Val d’Ansiei, nel margine nord-orientale delle Marmarole, e si procede in senso orario, passando dal Monte Agudo e da Pian dei Buoi, per portarsi nel versante meridionale, più luminoso e aperto, fino al Rifugio Chiggiato, dalla cui splendida posizione si godono panorami unici sulle Marmarole e sull’Antelao.

Si risale quindi la profonda e bellissima Val d’Oten, fra le lisce lastronate del Ciauderona e le pareti ripide e irregolari delle varie cime delle Marmarole, fino a svalicare a Forcella Piccola e affacciarsi sulla Valle del Boite. Infine ci si arrampica fino a Forcella Grande per poi affrontare la lunga discesa lungo la Val di San Vito, attraverso un rapido e incredibile susseguirsi di ambienti naturali. Gran finale con passaggio attraverso la Foresta di Somadida.

In tabella distanze, tempistiche (soste escluse) e dislivelli da percorrere (in salita e in discesa).

TAPPA

ORE

KM

Disl.

Disl.

1

5

11

850

350

2

14

900

600

3

7

14,5

1000

1100

4

14,5

500

1200

TOT 5432503250
     

EQUIPAGGIAMENTO

I Partecipanti sono invitati a contattare la Guida per preparare al meglio lo zaino prima della partenza del trekking.
La lista seguente è un elenco dell’equipaggiamento minimo da avere con sé:

  • Scarponi o scarponcini da trekking in buone condizioni (in particolare la suola).
  • Capi di abbigliamento tecnico “a strati”: maglie traspiranti, capi termici (tipo pile), giacca antivento/windstopper, giacca impermeabile con cappuccio, pantaloni lunghi, fascia multiuso, berretto e guanti (preferibilmente antivento).
  • Sacco a pelo leggero.
  • Zaino da 35-40 litri, comodo e affidabile, e bastoncini da trekking.
  • Occhiali da sole, cappellino, crema solare e torcia frontale.
  • Un kit di primo soccorso (cerotto nastrato, qualche garza, disinfettante) ed eventuali farmaci salvavita o simili se consigliati e prescritti dal proprio medico curante (da comunicare sempre alla Guida prima dell’inizio del trekking).
  • Una scorta di cibo (barrette energetiche, frutta secca o simili) e di liquidi (almeno 1,5 litri di acqua o bevande con integratori).

NOTE IMPORTANTI & SICUREZZA

La Guida si riserva il diritto di modificare il programma e/o l’itinerario in qualsiasi momento, in caso di condizioni meteorologiche, esigenze dei partecipanti o situazioni tali da mettere a repentaglio la sicurezza del gruppo.

Il trekking si svolgerà nel rispetto di tutte le norme di sicurezza per la prevenzione da contagio Covid-19 in vigore al momento dello svolgimento del viaggio stesso. 

Per ulteriori indicazioni relative al regolamento e all’equipaggiamento, si invitano i partecipanti a leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA E INFORMAZIONI UTILI.

INFORMAZIONI RELATIVE A COSTI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE SU