Vai al contenuto

Trekking sull'Alta Via del Granito

Trekking ad anello nel gruppo del Lagorai con salita a Cima d’Asta

IN BREVE

Periodo: da martedì 12 a venerdì 15 LUGLIO 2022

Durata: 4 giorni, 3 notti

Tipologia: trekking itinerante da rifugio a rifugio con zaino in spalla

Livello: medio – 6 ore di cammino al giorno

Dislivello medio giornaliero salita+discesa: 1600 metri

Sviluppo e terreno: 42 km – sentieri con segnavia CAI ed ex strade militari

Accompagnamento: Axel Melchiorri, Guida Escursionistica certificata AIGAE & socio CAI

N° partecipanti: min. 5 – max. 10

PANORAMI                     5/5
NATURA                          5/5
IMPEGNO FISICO           3/5
DIFFICOLTÀ TECNICA    3/5
FREQUENTAZIONE          2/5

DESCRIZIONE

L’Alta Via del Granito è uno spettacolare anello nella Catena del Lagorai, attraverso il gruppo Cima d’Asta – Cime di Rava, che rappresenta geologicamente un’isola costituita da rocce granitiche nel “mare calcareo” delle Dolomiti. Siamo quindi in ambienti dalle forme e dai colori che si differenziano nettamente da quelli delle montagne circostanti: ciò rende l’esperienza molto interessante oltre che insolita per chi è abituato a muoversi fra i paesaggi dolomitici.

L’Alta Via del Granito si snoda lungo una rete di antichi sentieri ed ex strade militari della Grande Guerra, di cui troviamo numerose testimonianze lungo il tragitto. Siamo immersi in una natura di grande fascino e varietà: tranquilli boschi misti, splendidi ruscelli e laghetti alpini, e maestosi ambienti rocciosi man mano che si sale di quota. Ciliegina sulla torta, un ulteriore mini-anello che ci porta a salire (se le condizioni lo permetteranno) fino ai 2847 m di Cima d’Asta: punto panoramico unico grazie a quota e posizione, che permette di godere di una magnifica vista a 360 gradi su gran parte delle Alpi Centro-Orientali e delle Prealpi Venete.

DIFFICOLTÀ

Trekking per escursionisti esperti e allenati, che in alcuni frangenti richiede passo sicuro, ma senza presentare particolari difficoltà tecniche, pur seguendo sentieri spesso ripidi. L’anello di Cima d’Asta con la salita alla vetta si svolge sempre a quote superiori ai 2300 metri, con alcuni brevi tratti più impegnativi, sia fisicamente che tecnicamente, viste le pendenze e la friabilità del terreno.

Nel complesso si percorrono circa 42 km, mediamente 10,5 al giorno per circa 6 ore di cammino (soste escluse), con dislivelli medi (salita + discesa) di 1600 metri.

HIGHLIGHTS

  • L’isola granitica del Lagorai in mezzo al “mare” dolomitico
  • La salita ai 2847 metri di Cima d’Asta
  • I panorami magnifici su Dolomiti, Prealpi e catena alpina
  • Un itinerario che unisce natura e storia

ITINERARIO

Il trekking si percorre in senso orario, con partenza da Malga Sorgazza: si sale subito ripidamente per raggiungere il Lago di Costa Brunella e si prosegue portandosi in quota. I panorami si fanno sempre più ampi, in un susseguirsi esaltante di forcelle e valloni, prima della discesa verso il rifugio Caldenave. Si riprende in salita, passando per i suggestivi laghetti della Val d’Inferno e portandosi nuovamente in quota, dove proseguiamo più comodamente aggirando alcune cime e scoprendo ruderi di trincee e stradine della Grande Guerra. Un’ultima impegnativa salita permette di scavallare il Passo Socede e di entrare nello spettacolare anfiteatro meridionale di Cima d’Asta, dove troviamo il lago e il vicino Rifugio Brentari. L’anello termina con il rientro panoramico lungo il sentiero che costeggia la cima della Campagnassa.

Il terzo giorno è previsto un impegnativo e magnifico “mini-anello” in quota . Attraverseremo tutti e sei i bacini sommitali di Cima d’Asta, esplorando le zone meno battute del gruppo, muovendoci fra circhi, vallette e altri ambienti d’alta montagna caratterizzati da forme e colori di immenso fascino. L’appartato lago del Bus e le fioriture d’alta quota contribuiranno a rendere speciale questo itinerario che nella parte finale, se le condizioni lo permetteranno, riserva la salita a Cima d’Asta, punto panoramico d’eccezione.

Tabella con distanze, tempistiche (soste escluse) e dislivelli da percorrere (in salita e in discesa).

TAPPA

ORE

KM

Disl.

Disl.

1

5½-6

10,5

1050

700

2

6½-7

13,5

1300

600

3

5-6

8

750

750

4

5

10

100

1150

TOT

 

42

3200

3200

EQUIPAGGIAMENTO

I Partecipanti sono invitati a contattare la Guida per preparare al meglio lo zaino prima della partenza del trekking.
La lista seguente è un elenco dell’equipaggiamento minimo da avere con sé:

  • Scarponi o scarponcini da trekking in buone condizioni (in particolare la suola).
  • Capi di abbigliamento tecnico “a strati”: maglie traspiranti, capi termici (tipo pile), giacca antivento/windstopper, giacca impermeabile con cappuccio, pantaloni lunghi, fascia multiuso, berretto e guanti (preferibilmente antivento).
  • Sacco a pelo leggero.
  • Zaino da 30-40 litri, comodo e affidabile, e bastoncini da trekking.
  • Occhiali da sole, cappellino, crema solare e torcia frontale.
  • Un kit di primo soccorso (cerotto nastrato, qualche garza, disinfettante) ed eventuali farmaci salvavita o simili se consigliati e prescritti dal proprio medico curante (da comunicare sempre alla Guida prima dell’inizio del trekking).
  • Una scorta di cibo (barrette energetiche, frutta secca o simili) e di liquidi (almeno 1,5 litri di acqua o bevande con integratori).

NOTE IMPORTANTI & SICUREZZA

La Guida si riserva il diritto di modificare il programma e/o l’itinerario in qualsiasi momento, in caso di condizioni meteorologiche, esigenze dei partecipanti o situazioni tali da mettere a repentaglio la sicurezza del gruppo.

Il trekking si svolgerà nel rispetto di tutte le norme di sicurezza per la prevenzione da contagio Covid-19 in vigore al momento dello svolgimento del viaggio stesso. 

Per ulteriori indicazioni relative al regolamento e all’equipaggiamento, si invitano i partecipanti a leggere attentamente le NORME DI SICUREZZA E INFORMAZIONI UTILI.

INFORMAZIONI RELATIVE A QUOTA DI PARTECIPAZIONE E MODALITÀ DI ISCRIZIONE SU

FLÒ: 329 0040808 – guide.pndb@gmail.com