Chi Sono

Tutti i sentieri portano

alla stessa meta:

trasmettere agli altri

ciò che siamo.

Pablo Neruda

Storia Personale
I Primi Passi

Nasco nel 1975 a Ravenna, e subito dal mare della Romagna giungo tra le montagne bellunesi.
Cresco fra le Dolomiti del Cadore, dove fin da piccolo entro in contatto con boschi e sentieri, dedicandomi anche allo sci alpino e alla mountain bike. I semi della mia passione per la montagna e il camminare sono piantati!

Abituato da sempre a viaggiare, la svolta avviene a 22 anni, dopo aver superato all’università il sudato esame di Fisica II. Mi regalo il primo viaggio zaino in spalla nella West Coast degli Stati Uniti, attirato dal mito di Kerouac e della Beat Generation. Durante questo viaggio iniziatico, visito il mitico parco californiano di Yosemite.
Qui faccio la mia prima escursione da solo in montagna: vengo immediatamente rapito da paesaggi di una bellezza nuova e inebriante e ne resto conquistato. A quella prima escursione ne seguono a ruota altre nei grandi parchi americani, dove rimango stregato dal fascino del muoversi liberamente in mezzo alla natura.

Appena rientro a casa, acquisto un paio di scarponi da trekking e comincio a esplorare i sentieri delle montagne di casa. Comincio così a conoscere forcelle, bivacchi e cime dolomitiche e la passione del camminare fra le crode sboccia definitivamente. Questa passione coinvolge la montagna a 360°: estate e inverno, escursionismo e alpinismo, mountain bike e snowboard-alpinismo. 

Storia Personale
I Grandi Viaggi

Negli stessi anni cresce anche il mio amore per il mare, in particolare attraverso surf e nuoto. Mi rendo conto, quindi, di essere a mio agio anche nell’elemento acqua e più in generale ovunque la natura è sana e selvaggia.
Capisco questo grazie al viaggiare, mezzo per scoprire culture e paesi nuovi oltre che di conoscenza interiore.
Ogni viaggio mi apre nuovi orizzonti e mi arricchisce di nuovi insegnamenti.

Ed ecco viaggi che rappresentano pilastri del mio percorso di crescita: i trekking al Campo Base dell’Annapurna e nell’Hoggar, nel cuore del deserto del Sahara.
Luoghi magici ed esperienze uniche, che mi scolpiscono dentro emozioni indelebili.
Al cospetto delle montagne più alte e maestose come nel mezzo del più esteso deserto del nostro pianeta, nel dilatarsi delle dimensioni di spazio (verticale e orizzontale) e tempo.

Una spinta interiore mi porta a muovermi in luoghi sempre più lontani e isolati, agli antipodi dell’Italia.
Finisco così per vistare anche la Nuova Zelanda e il Sud America, spingendomi per oltre un mese nella remota Isola di Pasqua.
Tutti luoghi caratterizzati da un’energia incredibile, ognuno a suo modo mi entusiasma e mi disorienta.

Ma dopo essermi spinto così distante, il mio viaggiare si trasforma nuovamente: cessa il bisogno di “andare lontano” e cresce il piacere di visitare luoghi vicini.
Nel contempo, sento sempre più forte la necessità di muovermi a piedi, le gambe come unico motore, e di conoscere un luogo attraverso i miei passi.
Ecco quindi un altro viaggio cardine della mia vita: l’irripetibile Cammino di Santiago.
Esperienza profonda, ricca di incanto, gioia e leggerezza, diversa da tutte le precedenti e da tutte le successive, contraddistinta da incontri e avvenimenti fuori dall’ordinario.r

Storia Personale
La Passione del Camminare

Fra le montagne di casa, esploro i luoghi meno frequentati, nei momenti della giornata meno consueti: all’alba, al tramonto o di notte. Ciò mi permette di assaporare nuove sensazioni e vivere istanti unici, attimi sospesi nel tempo, in cui la bellezza si condensa, l’essere si dilata e l’io si dissolve.
Il camminare assume così una dimensione sempre più introspettiva, diventando un percorso dentro me stesso.

Un bel giorno si crea l’occasione di realizzare un sogno cullato da anni: percorrere a piedi la Cretan Way. Nella mitica isola, aspro mix di mare e montagna, le mie due anime, dove ero stato a soli 6 anni, in occasione del mio primo viaggio all’estero.
Attraverso tutta Creta da est a ovest, in quasi completa solitudine. Dormo spesso in mezzo alla natura e alle montagne, senza alcun riparo, solo con materassino e sacco a pelo. Il contatto con la terra, e quindi con me stesso, si fa più intimo e profondo, più istintivo ancora.

Proprio lungo questo cammino nasce il desiderio di diventare guida escursionistica. 
Per vivere assieme ad altri appassionati esperienze simili e condividere le immense emozioni che ne scaturiscono.
Realizzato questo primo passo, attraverso l’opportuna formazione, nasce l’idea di Axel4trek, progetto tuttora in divenire, che si arricchisce di nuovi stimoli man mano che il viaggio procede. Per condividere la passione del camminare, del viaggiare e più in generale del muoversi nella natura e nelle sue infinite bellezze, nel rispetto della madre terra.

Formazione & Competenze

  • Guida Ambientale Escursionistica associata AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche) Registro Nazionale nr. VE296 ed abilitazione professionale della Regione Emilia Romagna nr. 560. Come GAE, accompagno gli escursionisti nei vari ambienti naturali (di montagna e non solo), condividendo la mia passione e le mie conoscenze nei vari ambiti di competenza. Con proposte in grado di soddisfare sia chi si avvicina per le prime volte all’escursionismo, sia coloro che hanno già una consolidata esperienza in merito e ricercano itinerari più esclusivi.
  • Accompagnatore Turistico con abilitazione professionale della Regione Emilia Romagna. Come accompagnatore turistico, condivido con altri viaggiatori la gioia del viaggiare, prevalentemente a piedi, guidandoli nell’esplorazione di luoghi e culture diverse da quelle in cui siamo abituati a muoverci, per vivere un’esperienza indimenticabile.
  • Accompagnatore di eBike certificato ACSI. Come accompagnatore di eBike, porto gli appassionati di questo tipo di attività, in fortissima crescita, alla scoperta delle Dolomiti, seguendo le piste ciclabili e i percorsi medio-facili su strade sterrate. Per godere della natura senza sforzi eccessivi.
  • Formazione scientifica: laureato in Scienze Ambientali con master in Difesa del Suolo e Protezione Civile.
  • Appassionato lettore: in particolare di narrativa, saggistica scientifica e umanistica, letteratura di viaggio e montagna, per viaggiare con la mente oltre che col corpo.
  • Negli anni ho approfondito alcune discipline che hanno contribuito a dare alla mia formazione un approccio olistico, frequentando corsi di Consapevolezza Corporea, di Massaggio Shatzu, di Maestro di Sauna e di Cammino Profondo.
  • Parlo correntemente l’Inglese, oltre ad avere ulteriori conoscenze linguistiche di base (Spagnolo, Tedesco, Francese, Portoghese).
  • Socio del Club Alpino Italiano, sezione di Pieve di Cadore, dal 1999
  • Esperienza lavorativa pluridecennale nel settore turistico, facilità di comunicazione e capacità di rapportarsi alle diverse persone.

Escursioni & Viaggi

Breve Curriculum Dolomitico

Ho percorso, dal 1997 ad oggi, in tutte le stagioni, un numero imprecisato di itinerari a carattere escursionistico, di vie ferrate e di vie normali alle cime, nei gruppi montuosi di Cadore, Ampezzo, Comelico, Zoldano e Agordino e delle aree limitrofe (Alpago, Dolomiti d’oltre Piave, Dolomiti Bellunesi e Feltrine, Carnia, Pusteria, Sud Tirolo).

Principali viaggi a carattere escursionistico (dal 1997 ad oggi)

  • Stati Uniti – West Coast e parchi naturali
  • Messico – Yucatan e Ciapas
  • Nepal – campo base dell’Annapurna
  • Algeria – le montagne dell’Hoggar nel deserto del Sahara
  • Nuova Zelanda – isola del nord e isola del sud
  • Sri Lanka – surf & escursionismo negli altipiani centrali
  • Isola Di Pasqua, Cile, Argentina e Bolivia – surf & escursionismo sulla Cordillera Andina
  • Cammino di Santiago (Spagna) – da San Jean Pied de Port a Finisterre e Muxia (ca. 1000 km a piedi)
  • Romagna, Toscana e Umbria – da Cervia a Gubbio lungo l’Appennino (ca. 300 km a piedi)
  • Capo Verde – isole di Boavista, Sant’Antao e Sao Vincente
  • Umbria e Toscana – Monti Sibillini e Isola d’Elba
  • Belgio e Lussemburgo – foresta delle Ardenne
  • Bretagna (Francia) – tratti del Sentiero dei Doganieri
  • Alpi del Marguareis (Piemonte-Liguria) – Tour del Marguareis (ca. 100 km a piedi)
  • Creta (Grecia) – Creatan Way (E4) con varianti (ca. 650 km a piedi)
  • Sardegna – sud-ovest dell’isola e tratti del Cammino Minerario di Santa Barbara
  • Maremma Toscana – da Radicofani a Talamone (ca. 200 km a piedi)
  • Montenegro – PPT, CT1 e Durmitor Loop (ca. 480 km a piedi)

Passione e
Rispetto

Dall’amore per la bellezza della natura e della montagna nascono passione e rispetto.

Conoscenza del Territorio

Quasi tutte le attività si svolgono nei luoghi dove sono cresciuto, a pochi chilometri da dove vivo.

Esperienza e Formazione

Una visione olistica sviluppata grazie ad una lunga formazione e varietà di esperienze.

Attività
su misura

Itinerari ed esperienze su misura per i vostri gusti, le vostre esigenze e la vostra preparazione.